Un bebè, un flipper, un passante

Chiusa in bagno cerca di vomitare in silenzio, sperando che la suocera non si accorga di niente. Nuove persone in arrivo. Si sentiva nell’aria, ma forse molti non avevano il coraggio di ammetterlo. Ora il fatto sussiste, nient’altro da aggiungere. La vita, per alcune persone, non è felice e le persone che appartengono a quella vita non sono vere e proprie persone, ma palline di flipper che si dimenano da una parte all’altra, affanandosi, cercando di salvarsi dal baratro dell’oblio.
Un passante, con la sua mano ossuta, getta via la polvere accumulatasi sul cappotto vecchio di trent’anni.

Annunci

3 thoughts on “Un bebè, un flipper, un passante

  1. kovalski ha detto:

    a volte si tratta solo di trovare il filo che lega le cose.

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: