Rantoli al vetriolo

Urla un pò più forte perché non sento più niente

Non mi propinare la solita solfa sulla vita che ti scorre davanti come un film, sulla luce in fondo al tunnel, sui sensi di colpa, sulle immagini d’infanzia. Fammi sentire l’odore del tuo dolore, mentre il sangue t’arranca nelle vene ed i sospiri stentati scandiscono il conto alla rovescia per la dipartita. Parlami della musica che ti mancherà e di quella che ti fa pensare di aver sbagliato tutto. Raccontami di Stendhal e della sua satira, conosci bene la mia impazienza. Le tue unghie sono probabilmente aggrappate a quelle lenzuola sterili, anonime. E so che quando metterò in pausa questa videocassetta, tu sarai di sicuro altrove. Non qui.

[picture from portraits-photo.org]

Annunci

One thought on “Rantoli al vetriolo

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: