L'irresistibile odore dello zucchero glassato

How To Get There

In un attimo, si ritorna indietro di mesi. Come se il salto in lungo stile Gambero fosse la mia specialità.
Cambiare fa male, soprattutto quando si è travolti da una particolare ed epidemica accidia, soprattutto quando ci si rende conto che quello splendido profumo di zucchero glassato sta ora per trasformarsi in un insostenibile odore di bruciato. Le metafore culinarie non sono mai state il mio forte, forse perché la cucina è l’ambiente della casa che frequento di meno, dopo il garage. Eppure, attualmente, sono le uniche che riscopro adatte a descrivere stati d’animo nei quali mi riscopro inadeguata come davanti ai fornelli.
E ho un’analogia perfetta che continua a giocare sugli scivoli e sulle altalene del mio cervello e che non ci pensa proprio a venir fuori. Comprendeva libri di cucina, consigli sulla vita e incapacità gestionali in campo gastronomico ed esistenziale. Sarà per un altra volta. Quando non ci sarà un fornello a doppia corona a portare ad ebollizione le mie idee.

Annunci

7 thoughts on “L'irresistibile odore dello zucchero glassato

  1. utente anonimo ha detto:

    Blog carino.
    O nais, o cuti, scegli tu.

  2. Miai ha detto:

    Almeno in cucina esistono le ricette per orientarsi…nella vita temo di no.

  3. TheLegs ha detto:

    Beh dài, sempre meglio fare un movimento in orizzontale che in verticale.

    Voglio dire, pensa un po’ se sprofondassi.

    Invece così si può tornare anche avanti, il che è più facile di tornar su.

    Beh, sicuramente andresti in un’altra direzione, ormai. Ma secondo il mio modesto parere è anche meglio.

  4. utente anonimo ha detto:

    condivido in pieno il tuo parallelo tra inadeguatezza culinaria ed inadeguatezza esistenziale…mi appartiene totalmente, nn a caso quando mi immagino diversa, più adeguata alla vita, più posata e concreta, parallelamente mi immagino in un futuro ottima cuoca e padrona di casa…per qualche oscura ragione per me completezza ed equilibrio esistenziale ed emotivo vanno di pari passo con la capacità di cucinare cose buone, ma più che per me, per le persone che amo.

    franzesca

  5. s0phi3 ha detto:

    ora mi è tutto più chiaro… ecco perchè io ai fornelli sono una schiappa 😛

  6. FrancesGlass ha detto:

    @Miai: bé, temo di essere l’unica che per ogni paragrafo di ricetta deve chiedere delucidazioni alla mamma esperta che si gira e fa “Puoi andare, finisco io…”

    @TheLegs: ah, io scrivo un post cupo e tu commenti sorseggiando un bicchiere mezzo pieno…di fisica non me ne intendo, ma credo che, sì, sia più facile tornare avanti che risalire! 🙂

    @franzesca: il bello di saper cucinare è che ci si può permettere di non spiccicare una parola, ma sembrare sempre e comunque accogliente! Una gran cosa, visto il mio malumore d’ordinanza..

    @Sophie: ti manderò le foto dei biscotti che ho avuto il coraggio di sfornare e al loro cospetto…ti sentirai uno chef! 😛

  7. utente anonimo ha detto:

    ank’io ho vissuto x mesi una situazione di costante malumore, da cui ancora non mi sono del tutto liberata, forse perchè codardamente preferisco rifugiarmi in un passato ormai molto e sepolto da rimpiangere che vivere ogni giorno assumendomi le rsponsabilità e il peso delle tante scelte sbagliate…penso però che il dolore che accompagna quel malumore è terapeutico, deve necessariamente fare il suo corso, ma poi per fortuna arriva il momento in cui di nuovo riusciamo a essere felici di qualcosa di bello che ormai non aspettavamo più. forza e coraggio, frances!!!

    franzesca

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: