Baffi e Tempo, Carrefour e Sesso

Mi faccio scivolare il tempo addosso, mi sembra quasi di sentire la carezza calda del vento buono.
E’ tutto dannatamente uguale al liceo quando, non riuscendo a risolvere un’equazione, rincontrollavo i passaggi fino alla nausea senza riuscire a focalizzare l’errore.
C’è qualcosa che non va, mi sfugge la mossa sbagliata.
Le parole a mia disposizione risultano ridondanti al cospetto degli stati d’animo che vorrei esternare.
C’è che sono tesa.

Questo depresso/depressivo, e a tratti patetico, appunto sul mio quaderno era seguito dal titolo e dal nome dell’autore di un libro, trovato questa mattina tra i prodigiosi cestoni di libri a cinque euro che Carrefour dà in pasto ad inconsapevoli casalinghe, finite tra quelli scaffali in cerca del Dash in offerta.
Dato l’enorme carico di malumore d’ordinanza da sorreggere, la mia memoria a brvee termine lo aveva messo un pò da parte sino a quando non è stata sollecitata a ritirare in ballo quest’esperienza da ricordare.
Ebbene.

Titolo: Il libro del sesso
Autore: (nome proprio illegibile) Godson

Copertina rigida decorata da vistose strisce gialle e fucsia.

Sono irriducibile.
Un libro con un titolo ed una copertina del genere non poteva passare inosservato ad una come me. Nonostante il malumore, la tensione e blablabla.
Non era una guida al sesso come quelle che ci si aspetta di trovare in un ipermercato (per intenderci, quelle con consigli sul sesso orale, sulla frigidità e tutte quelle cose che possono saltarti in mente mentre, da quarantenne un pò triste e prossima alla menopausa, sei impegnata a scegliere tra fusilli e farfalle): apro una pagina a caso e mi ritrovo davanti ad una raffigurazione, per la scelta dei colori molto vicina alla pop art, dell’organo genitale femminile. Sorvolo sulla sua (poco) probabile validità tecnica per soffermarmi su un altro gustoso aspetto del libro.
Ogni capitolo trattava un argomento, al lato del libro vi erano delle citazioni di persone che magari negli States hanno la stessa posizione culturale che riveste Flavia Vento qui in Italia. Comunque. Nel capitolo riguardante la masturbazione anale, una donna del Nord-Carolina di nome Rachel raccontava in toni entusiastici di quando suo marito le disegno i baffi con. Con. Ecco, con i "residui" della masturbazione anale che le aveva praticato qualche secondo prima.
Un anneddoto illuminante.
Ecco perchè poi sono rimasta interdetta quando, chiudendo il libro, mi sono ritrovata davanti a mia sorella, di ritorno dal reparto ortofrutticolo, che mi chiedeva se le melanzane le preferivo arrostite piuttosto che fritte.

Non ho ancora trovato l’errore nell’equazione di queste mie giornate depresse.

Annunci

5 thoughts on “Baffi e Tempo, Carrefour e Sesso

  1. alidada ha detto:

    quando l’equazione fa troppo confondere si deve copiare il testo in un foglio pulito e ricominciarla ex-novo.
    🙂 ..mangia melanzane e sorridi a tua sorella

  2. pipperolosmilzo ha detto:

    E’ sicuramente una variabile che è saltata 😉

  3. TheLegs ha detto:

    Ma alla fine ‘sto libro voglio augurarmi che l’abbia comprato!

  4. utente anonimo ha detto:

    mmhh…libri del sesso a cinque euri?…dov’è finita quella sana e consapevole libidine?…
    Laban

  5. ABS ha detto:

    Perché quando andavo io negli ipermercati (ora sono vecchio e mi limito al negozietto vicino casa o al fruttivendolo primitivo che sta aperto anche a Natale fino a mezzanotte) queste cose non succedevano? ;____; Il libro più pornografico che incontrassi era probabilmente l’ultimo best seller di Bruno Vespa…

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: