A metà strada tra Vicolo Stretto e Parco della Vittoria

I wanna get lost in your rock’n’roll and drift away

La mia inguaribile pigrizia mi porta a prendere le decisioni a caso, come lanciando un dado, e a considerare, in casi estremi, le persone come pedine: in questo modo, mi risulta di gran lunga più semplice gestire i miei rapporti interpersonali. La pedina rossa la mettiamo in A3, quella blu in B5 e così via.
Potrò anche sembrare una manipolatrice. Effettivamente, cerco in ogni modo di avvicinarmi all’utopia di tutti gli economisti – Il massimo risultato con il minimo sforzo –
Tu sei l’immancabile eccezione. Ti sento arrabbiato, mi piace. Sei paradossalmente più vicino al mio modo d’essere rispetto a chi dovrebbe esserlo per età anagrafica.
Mentre scelgo dove spostare l’omino verde, mi gusto la tua umanità. Sento il tuo odore. E’ forte.

Annunci

2 thoughts on “A metà strada tra Vicolo Stretto e Parco della Vittoria

  1. ilbaroneb ha detto:

    …..e questa quando l’hai pensata???

    …io ancora travolto tra la tempesta morale dell’agire coscenziosamente o restare in un ovattato mondo di rimorsi…continuo a viaggiare…

    …alla prossima…

  2. dressed2kill ha detto:

    I was and I no more exist; here drifted an hedonist.
    (Ezra Pound)

    M

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: