Ma a Sant'Antonio piacevano le catene? Ma vah…non lo facevo tipo da quelle cose!

La cara s0phi3 mi ha coinvolta in una delle tante "simpatiche" catene da blogger.
Per quanto vi possa interessare, eccovi il fagotto con l’incipit di cinque libri, scelti a occhi chiusi tra la folla della mia librera dalla quale si sollevavano grida di lamenti tipo "Scegli meee, l’interpretazione dei sogni è il sale della vita" "Nooo, scegli me. Ti ho fatto compagnia durante le ore di chimica in terzo liceo!" "Non puoi di sicuro fare a meno del tuo caro George che ti ha fatto conoscere la Catalogna" "Secondo me io dovrei essere il tuo prediletto Non facciamo dei funerali del cazzo prima che ci sia uno stronzo da seppellire…ricordi?"

In ordine di apparizione, let me introduce to you

Ero una volta giovane e aggiornato e lucido e sapevo parlare di tutto con nervosa intelligenza..
(Jack Kerouac – I sotterranei)

Anche se c’era un bel sole, sabato mattina era di nuovo tempo da cappotto…
(Jerome David Salinger – Franny e Zooey)

Era una gioia apppiccare fuoco. Era una gioia vedere le cose divorate, vederle annerite, diverse.
(Ray Bradbury – Fahrenheit 451)

La donna? E’ semplicissimo – dice chi ama le cose semplice: è una matrice, un’ovaia; è una femmina..
(Simone de Beauvoir  – Il secondo sesso)

I sotterranei sono un dedalo di budelli illuminati ogni venti trenta metri da tubi al neon…
(Nanni Balestrini – Gli invisibili)

Ed ora mi tocca annunciare i nomi dei cinque eletti. Tranquilli. Ho un pò di conti in sospeso da saldare.
Nomino il mio ginecologo e che ogni volta mi fa bere fino a quando non sono piena come una zampogna, lo spazzino che non ritira mai il mio sacco, il gatto del vicino che danneggia la mia amata edera, il benzinaio ladro e quel piccolo pervertito che simula gemiti ogni volta che risponde mia zia al telefono.

Annunci

16 thoughts on “Ma a Sant'Antonio piacevano le catene? Ma vah…non lo facevo tipo da quelle cose!

  1. s0phi3 ha detto:

    auhauahuahaauhauh 😀
    sei na grande!

  2. utente anonimo ha detto:

    …ehm…
    ….ehhhh???

    macchè è sta robbbba?

    ika :O

  3. FrancesGlass ha detto:

    >ika:le frasi senza riferimenti bibliografici sono i miei vaneggiamenti in preda ad un’emicrania–per il resto è uno dei giochini che ci si passa tra blogger…forse non hai mai avuto il piacere (e beata te!!!!)

  4. pipperolosmilzo ha detto:

    Geniale, in effetti.

    Questo me lo sono perso 😀

  5. utente anonimo ha detto:

    sono quello che chiama tua zia posso partecipare? voglio essere accettato. mi seneto così solo. ahimè credo mi suiciderò (riesco ad essere indolente anch’io?)
    allora: la biografia di robberto bbaggio; il signiore degli anelli; minima moralia; la biografia di lou reed scritta da victor bockris; tutto di aldo busi da quando va alle trasmissioni della de filippi.
    firmato Calimeroluca

  6. FrancesGlass ha detto:

    >pippero: se muori dalla voglia di farlo, puoi far finta che ti abbia ceduto il testimone 😛

  7. utente anonimo ha detto:

    E’ proprio furba sta tipa!
    mynameisluka i live on the second floor.

  8. utente anonimo ha detto:

    no. noi poveri bloggari di kataweb siamo tenuti all’oscuro dei vostri sollazzevoli alleggiamenti. blogs proletari, grigi, senza vezzi nè promozioni….
    poveri noi…

    ika

  9. shadysun ha detto:

    grande Frances, quel Bradbury ci stava proprio :)) io lo sto rileggendo in questo periodo perchè devo farci una recensione x un esame e quando l’ho proposto a quel parruccone del prof ha avuto il coraggio di tentare di obiettare che il libro fosse troppo datato!!! ORRORE…

    Ray Bradbury – Fahrenheit 451

  10. FrancesGlass ha detto:

    >ika: già, ti sei persa anche il nostro formidabile Scamarcio Contest…che ne dici di traslocare? 😉

    >shadysun: dovremmo starci noi, dietro quelle scrivanie…me ne convinco sempre di più…l’importante è che poi non ci definiscano “battagliere”!!! 😛

  11. utente anonimo ha detto:

    naa… non mi piace lasciare le cose a metà nè averne diverse in sospeso…
    e poi… non amo i finali trionfali 😉
    (ci siamo capite, nevvero? 😀 )

    ika

  12. pipperolosmilzo ha detto:

    Ma te lo lascio volentieri il quizzone 😀

    E comunque, con la tua compagnia, farei anche 5 volte la Route 66 (e, per I Will Survive, dovresti avere le prove che è nelle mie corde. Per i takes, poi ci organizziamo. Se non hai le prove, provvediamo 😀 )

  13. ilbaroneb ha detto:

    adoro Fahrenheit 451, il primo libro che ho letto in assoluto…
    …oggi tappa in libreria, bottino di guerra OCCHI DI CANE AZZURRO, LA MALA ORA, DODICI RACCONTI RAMINGHI ttti del GARCIA MARQUEZ…. speriamo che non finiscano prima di st’estate, speranza vana

  14. TheLegs ha detto:

    Vabbè che non sono… come dire… pratico, ma il ginecologo che ti riempie a mo’ di zampogna non tanto l’ho capito… 😛

    Comunque grazie per non avermi coinvolto, anche se penso che potrei essere o il gatto del vicino o in alternativa il piccolo pervertito. ^^

  15. FrancesGlass ha detto:

    >TheLegs: effettivamente in quella lista tra tutti quei personaggi farlocchi, era previsto solo il tuo nome per ricambiare l’invito che mi facesti qualche tempo ad una catena del genere…poi sono stata clemente^^ (per quanto riguarda il ginecologo -te lo dico per evitare che tu possa fare pensieri un pò perversi- bisogna bere due litri d’acqua, senza “espellerli”, prima dell’ecografia…ma non credo la cosa ti debba preoccupare direttamente :P)

  16. dressed2kill ha detto:

    “ABANDON HOPE ALL YE WHO ENTER HERE is scrawled in blood red lettering on the side of the Chemical Bank near the corner of Eleventh and First and is in print large enough to be seen from the backseat of the cab as it lurches forward in the traffic leaving Wall Street and just as Timothy Price notices the words a bus pulls up, the advertisement for Les Misérables on its side blocking his view, but Price who is with Pierce & Pierce and twenty-six doesn’t seem to care because he tells the driver he will give him five dollars to turn up the radio, “Be My Baby” on WYNN, and the driver, black, not American, does so.”

    un incipit. una citazione. l’incubo degli 80. “Rock&roll!”, come direbbe Sean…

    M

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: