Vitamine, proteine, riprese fisiche, riprese ormonali, aiuti umanitari

– Uomini da sposare –

Ricordate la figura dell’uomo che vendeva cocco in spiaggia, gridando “Cocco bello” e che faceva tanto sapore di mare?

Io oggi ho (ri)visto di meglio.

Caldo.

Dribblando l’ombra di teste di cazzo che mi piantavano l’ombrellone a due centimetri, cercavo di prendere un po’ di sole, solo per evitare gli sguardi apprensivi dei miei amici lontani che, davanti al mio pallore, avrebbero immaginato corsie di ospedale, malattie infettive e tanta tanta sofferenza.

Poi, all’improvviso, sento una voce lontana che si erge sulle altre.

Vitamine, proteine, riprese fisiche, riprese ormonali, aiuti umanitari.
Non chiedetemi l’attinenza di questi vocaboli col cocco, ma ero sicura che fosse lui.
Il tipo rinsecchito che l’anno scorso vendeva cocco a prezzi killer, con un cesto da baccante tra le braccia ed un tatuaggio di gatto Silvestro sul polpaccio destro.
Alzo lo sguardo. Ancora non riesco a scorgerlo.

Mangia il cocco sulla spiaggia, mangia il cocco e viaggia.
Si sta avvicinando, lo sento.

Butta via la sigaretta, prendine una fetta.

Smetto di pensare al fatto che, per abbronzarmi, mi sto liquefacendo; con uno scatto prendo il cellulare ed inizio a scrivere.

Dai il cocco al tuo bambino che gli cresce il pistolino e se non crescerà andrà dal suo papà.

Inizio a pregare un dio, uno qualsiasi, perché mi mandi un videocamera.
E ne diamo un po’ al bagnino che ce l’ha davvero piccolino.
La preponderanza dell’anatomia nelle rime di questo nomade poeta mi lascia indubbiamente senza fiato.

Sono in estasi. Ha un paio di occhiali alla Natural Born Killer e lascia trapelare il suo leggerissimo (?) accento napoletano cimentandosi in rifacimenti vari ed eventuali del camorrista che scioglie il cuore di mamme e figlie.
Perché non esistono più i circhi di una volta? Quegli dove si trovavano i nani, i tizi strani ed il proprietario che metteva su un po’ di versi per invitare i passanti ad entra. Già me lo immagino con un paio di pantaloni a righe ed un panciotto ottocentesco.
Il signore col pizzetto mangia il cocco ed è perfetto.

Parla di mio cognato che cede al fascino partenopeo.
Continuo a ridere. Lui mi guarda compiaciuto e con la stessa espressione di Dante davanti a Beatrice mi dice

Se ne mangi tante fette ti crescono le tette.
Io VOGLIO quest’uomo.

Vitamine, proteine, riprese fisiche, riprese ormonali, aiuti umanitari.
La luce solare lo ingoia. Lontano da me. Ah.

Annunci

10 thoughts on “Vitamine, proteine, riprese fisiche, riprese ormonali, aiuti umanitari

  1. TheLegs ha detto:

    Io me lo sentivo che il cocco fa sesso… voglio conoscere questo evangelizzatore! ^^

  2. ABS ha detto:

    Beh, in effetti i programmi di Letteratura Italiana sarebbero urgentemente da revisionare per inserire costui. 🙂

  3. Ossimorosa ha detto:

    Mi crescono le tette?!?!

  4. Miai ha detto:

    Che talento sprecato…! :-)))

  5. DorianRiver ha detto:

    che meraviglia!

    “non ne nascono più!”
    *_*

  6. IndianoDiBombay ha detto:

    gatto silvestro?
    aveva davvero un tatuaggio di gatto silvestro?
    cioè, non un gatto qualunque, gatto silvestro

  7. FrancesGlass ha detto:

    >TheLegs: sarà amore a prima vista, fra voi…ne sono sicura!

    >ABS: poveri noi vecchietti che non potremo godere di questa colossae innovazione…

    >Ossimorosa: ti farò avere notizie: domenica mi sono ingozzata, se ci sono novità tra i miei reggiseni, ti faccio sapere 😉

    >Miai: mannò…tempo qualche settimana ed un noto talent scout si accorgerà di lui..

    >Dorian: meraviglia sì…non ho occhi e orecchie per nessun altro, ormai…

    >Indiano: ebbene sì…gatto Silvestro. La cura dei dettagli…sai com’è tra le gente di cultura…

  8. TheLegs ha detto:

    Guarda qua, un collega!

    http://trashrandom.blogspot.com/2007/08/coccobello-love.html

    Ovviamente gli ho lasciato un commento con un link a questo post, lo meritava senza dubbi 🙂

  9. TheLegs ha detto:

    Guarda qua, un collega!

    http://trashrandom.blogspot.com/2007/08/coccobello-love.html

    Ovviamente gli ho lasciato un commento con un link a questo post, lo meritava senza dubbi 🙂

  10. utente anonimo ha detto:

    Ecco qui la collega 😛
    E’ bello vedere che condividiamo l’amore per i coccari, se lo meritano proprio

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: