Questo non vi consoli: quando si muore, si muore soli

Sarà l’abbassamento intellettivo procuratomi dalla febbre, ma in questi giorni ho visto quasi esclusivamente televendite e pubblicità.
Potrei enumerarvi le offerte in corso per materassi e pentole e per quegli aggeggi blu, rossi e verdi che aiutano in qualche modo "a smaltire tua cellulite senza lo stress di palestra". Se comprate un Eminflex matrimoniale vi arriverà in regalo la splendida coperta Nuvola doubleface, mentre se ordinate una batteria di pentole vi spetta un microonde in plastica effetto acciaio.
E che dire degli slogan. Quelli mi mandano letteralmente in sollucchero. Dallo shampoo alle calze si potrebbe tirar fuori il ritratto dell’italiano medio, ma devo dire che anche il tipo della Coca Cola che vaneggia sul tettuccio del bus e che si preoccupa che la sua ragazza dica sempre sì non è da sottovalutare per importanza sociologica.
Insomma, nel mio cervello è in corso una vera e proprio involuzione che spero avrà termine con l’abbassamento delle temperature. Ho avvisato mia madre di uccidermi senza remore qualora mi vedrà orbitare intorno ai programmi della De Filippi, quello sarebbe veramente troppo.
E, nel frattempo, faccio in modo che la preoccupazione per il mio istupidirmi scemi grazie al pensiero di quel qualcuno che su google ha cercato "masturbazione e infarto" ed è stato gentilmente dirottato qui.
Se atto ero(t)ico dev’essere a strapparci alla vita che almeno non sia solitario.

Annunci

11 thoughts on “Questo non vi consoli: quando si muore, si muore soli

  1. TheLegs ha detto:

    Ricordati l’oroscopo di Paolo Fox alle 22.20 su Love FM!

  2. ABS ha detto:

    Il navigatore solitario (in tutti i sensi) per me è anche l’acquirente medio dei vari tegami, uno che sogna di vedersi recapitare a casa in omaggio anche Mastrota…

  3. shadysun ha detto:

    faccio outing: ebbene sì, io sono tra quelle che uno sguardo distratto ma curioso e divertito lo dà alla Filippona dal coniuge baffuto 🙂 anche se, a onor del vero, il mio sguardo si ribella dopo 10-15 minuti massimo di visione 😛 cmq un merito la Platinata Maria ce l’ha, secondo me: vedere persone che si accapigliano sul nulla, che imbastiscono discorsi inutili e imbarazzanti con la convinzione di attori consumati per certi versi può risultare confortante. cioè, se pensi che nella vita di ogni giorno ti devi smazzare con problemi ben più sostanziali e rilevanti, un quarto d’ora di nulla può piacevolmente svuotare il cervello 🙂

  4. FrancesGlass ha detto:

    >TheLegs: oggi non riesco a sentirlo per quell’ora, quasi quasi lo registro….o porta sfiga sentire gli oroscopi passati? 😛

    >ABS: uno come Mastrota…chi non lo sognerebbe come regalo insieme alle pentole?

    >shadysun: allora, vuoi vedere come ti trovo la buona scusa per la De Filippi?
    Tu fai scienze della comunicazione, guardare quelle cazzate per te significa fare ricerca, non si può mica criticare la cultura di massa senza attraversarla.
    Che ne sarebbe stato di McLuhan se fosse stato un tipo con una certa ritrosia a guardare la tv perché lo faceva la massa? 😛
    …e t’ho trovato la “pezza a colore” 😀

  5. utente anonimo ha detto:

    A me le maghe che leggono le carte fanno ancora un certo effetto.
    Ed i telefoni erotici hanno cambiato strategia: le donne si fanno telefonare in diretta e fanno tutto quello che vuoi. Il problema sono i millemila numeri di contorno alla schermata che pubblicizzano telefoni per ghei, moldave caldissime e casalinghe maliziose ed annoiate.
    Tutta questa pletora gialla di numeri non fa’ vedere una tetta, un culo, un ramoscello di fica. Niente.
    Queste son disgrazie.

    Vecchio.

  6. dressed2kill ha detto:

    ieri, qualcuno che ad ogni occasione d’incontro usa tale termine nei miei confronti, mi ha comunicato che la parola involuzione non ha necessariamente un connotato negativo.

    la cosa mi ha rassicurato non poco.

    M

  7. FrancesGlass ha detto:

    >Vecchio: “vedo, non vedo, intravedo”: credo sia una tattica (piuttosto scarsa) per invogliarti a chiamare.
    E comunque t’invito a porre la massima attenzione: magari, nello spazio tra una lettera ed un’altra, nello spioncino della O o in quello doppio della B, riuscirai un giorno ad intravedere un pelo, un capezzolo o anche solo un grumo di cellulite. 🙂

    >dressed2kill:
    http://www.demauroparavia.it/59625
    se proprio devi sopportare qualcuno che ti dice di essere involuto, allora non ti resta che propendere sulla seconda accezione che, inutile negarlo, ha un che di positivo.

  8. dressed2kill ha detto:

    I appreciate, FrancesGlass.

    Terrò (e farò) presente.

    M

  9. verdemalva ha detto:

    l’ultima frase di questo geniale post mi ha fatto pensare a troisi in scusate il ritardo, alla scena del professore e la macchinetta del caffé. l’hai visto?

  10. utente anonimo ha detto:

    Cellulite.
    Tze.
    Invidiosa.

    Vecchio

  11. FrancesGlass ha detto:

    >verdemalva: mai visto, ma la tua associazione mi incuriosisce…ora so cosa noleggiare la prossima volta 😉

    >Vecchio: invidiosa io? Certo, ecco perché da oggi in poi mi ucciderò di anoressia 😛

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: