Che cosa nascondi in tasca?

L’acqua scroscia, insolente, sulla strada sconnessa.
Tu stai dentro, a perderti e ritrovarti in azioni logore e pensieri stupidi.
Le pagine si sovrappongono ed ecco che sei di nuovo fuori, ad ascoltare i soliti discorsi stanchi sulle angosce mediocri dell’uomo medio. Ti accorgi di usare troppe volte l’accoppiata nome-aggettivo per riempire osservazioni sulle quali, in realtà, non investi la benché minima attenzione.
Rieccoti dentro. Con la musica alta, volta a coprire le urla delle tue insoddisfazioni, spiegazzate, schiacciate nel fondo del cassetto che cerchi di non aprire mai, se non in caso di necessità.
La stessa logica che ti spinge a stare dentro piuttosto che fuori.
La stessa logica che, il più delle volte, ti porta a tacere.
Perché a volte è impossibile definire una priorità tra i pensieri ed è per questo che si finisce per parlare e scrivere e ascoltare le cose più stupide.

Annunci

4 thoughts on “Che cosa nascondi in tasca?

  1. DorianRiver ha detto:

    lei mi affascina, caraFrancesGlass.

    (tanto ormai sai del mio revisionismo, quindi posso sparare qualsivoglia minchiata ^^)

  2. utente anonimo ha detto:

    incredibile quanto possano essere repentini i passaggi dal dentro al fuori, e viceversa. ancor più incredibile quanto questi passaggi sfuggano alla comprensione di chi non li vive. e tu ti ritrovi con un bruciore reale, dai capelli allo stomaco, che viene dal fuori, che è così forte da non farti uscire e lasciarti dentro, incapace di muoverti.
    e l’unico rimedio, pare sia la mediocrità.

    pardon, melodrammatica e tragica come sempre. mi rivesto di mediocrità, così mi riprendo.

    bacio
    ika

  3. FrancesGlass ha detto:

    >DorianRiver: certo certo. Tutta l’adulazione del mondo non m farà dimenticare che affermasti di essere convinta che la sottoscritta spara cazzate 😛

    >ika: la mediocrità, mia cara, è un abito che non ti dona, quindi…ben venga il tuo essere melodrammatica e tragica ^^

  4. utente anonimo ha detto:

    Gli avevo detto: “Solo uno, eh?”
    Lui: “Si.”
    Cinque Campari e tre gin tonic.
    Ore 23.24
    Buonanotte.

    Vecchio

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: