Stab

Vedi, lo sapevo che sarebbe arrivata.
Ci vuole troppo tempo per aspettare che l’Umore si rimetta in sesto e che quest’inutile vagare conduca in un luogo che non sia solo un vicolo cieco tra mura insormontabili.
E’ che oggi la ricerca compulsiva di un trampolino mi ha debilitata. E’ che lo so che piove e poi smette, ma questa spiacevole sensazione d’eterno mi fa venire l’ansia di cercare tempo, perché ci si convince di non averne quando in realtà il tempo è infinito.
E’ che l’immortalità per un accidioso equivale ad avere il cancro per una persona qualsiasi, un’agonia lunga, senza soluzione di continuità. La frustrazione dell’impossibilità di arrivare, è questo che lacera ed inonda di grigio tutto il resto. Come una tempesta qualsiasi, come questa tempesta, attesa da mesi, impressa nel marmo.

Annunci

One thought on “Stab

  1. Yzma ha detto:

    mi piace molto il tuo modo di raccontarti 🙂

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: