Distrazioni

Ovvero: gli amori di gioventù.
Anche se: basterebbe il singolare, per te, che ci sei sempre stato.

Gli anni zero li ho passati a lasciarmi distrarre, da qualsiasi cosa. E anche ora le cose non sembrano andare meglio, visto che scrivo e cancello da più di mezz'ora e la matita ormai sembra poter solo indietreggiare davanti a questo monumentale foglio bianco*. Ma parliamo di prima, perché è quello che c'è stato prima che mi ha costretta a cimentarmi in quest'estemporaneo atto di scrittura, estremo tentativo di risoluzione di conflitti e desideri repressi e di tutte quelle cose delle quali il mio analista si riempie sempre volentieri la bocca.
Grandi Preoccupazioni Familiari, tanti libri, un nuovo amore, un altro viaggio. Tutte scuse per non farlo. Non riuscirei a stilare un elenco di tutte le occasioni perdute (il pomeriggio in cui riempivi la strada di casa mia della tua aria svagata o quella notte di discorsi folli o gli innumerevoli momenti alcolici…ma ce ne sono altre che mi sfuggono e nello sforzo di ricordarle, mi lascio distrarre da altro), ma ricordo bene l'altra sera perché il tempo iniziava a finire e noi eravamo in un posto che non ci riguardava, a bere birra da quattro soldi che non ci riguardava, a parlare di amori che in realtà non ci riguardavano e ad un tratto mi venne voglia di cercare le parole adatte per dare forma ai pensieri che avevo sempre evitato, nell'attimo subito dopo la mente venne distolta dall'ineluttabile impulso di baciarti e nell'attimo dopo ancora questa deviazione si tradusse nell'ostinazione a leggere il volantino politico affisso sul muro al quale eri appoggiato, pur di non guardarti ascoltarti baciarti e amarti più. E quella, bé, quella era l'ultima occasione che emetteva un flebile lamento, prima di affondare nell'oceano della mia inettitudine.
Ho passato gli anni zero a lasciarmi distrarre e anche ora le cose non sembrano andare meglio.

 


* come si può vedere, non ha più indietreggiato, ma è innegabile che i fogli bianchi creino attrito nei pensieri, e non è stato semplice non lasciarmici distrarre.

Annunci

13 thoughts on “Distrazioni

  1. utente anonimo ha detto:

  2. FrancesGlass ha detto:

    Titubanza anonima. Uau.

  3. TheLegs ha detto:

    Non sono io eh, io le puttanate mie le firmo.
    Fieramente, aggiungo.

    Cià. 😛

  4. FrancesGlass ha detto:

    Dai, lo sappiamo tutti che non bastano tre puntini per soddisfare il tuo bisogno di coglionaggine.

    Peace&Love ^_^

  5. pipperolosmilzo ha detto:

    Grazie mille della visita! Mi hai fatto fare un "Non ci posso credere" di Aldobagliana memoria 😀
    (E poi adesso puoi anche aggiornare il link a destra, dopo anni di latitanza blogghistica)

  6. FrancesGlass ha detto:

    @pippero Fatto 😉 quando voglio, sono precisissima!!

  7. utente anonimo ha detto:

    ……è come se un elefante cercasse di violentare una zanzara…

    scrivi..scrivi..scrivi…

  8. FrancesGlass ha detto:

    >utenteanonimo: un commento così non avrei potuto dimenticarlo. E la cosa più assurda è che i due post sono profondamente collegati °_°

  9. utente anonimo ha detto:

    ….la vita è pregna della causualità.

  10. FrancesGlass ha detto:

    Casualità ed intenzionalità si intrecciano in modi sempre inaspettati.
    Sono le due facce di una stessa medaglia, entrambe affascinanti.

  11. kovalski ha detto:

    ci son delle frasi splendenti e taglienti come schegge di vetro, qui dentro.

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: