#3 Capodanno 2003

Te lo ricordi quel pomeriggio in cantina?

È arrivato quasi il freddo ché anche da queste parti, almeno a Capodanno, è importante non farsi mancare un po' di inverno. Si sta tutti sotto i plaid a vedere la tv in una di quelle case impolverate, con i gran foulard unti e bisunti sui divani, nelle quali non si chiede mai un sorso d'acqua perché i bicchieri hanno sempre quel rivoltante strato di calcare tutt'intorno e le bottiglie stazionano in frigo senza tappo , facendo così in modo che l'acqua sappia di pesce, o di carne, o di qualsiasi altro alimento suo coinquilino.
Si vede Trainspotting, per l'ennesima volta, eppure alcuni hanno ancora quell'espressione interrogativa in viso, a tratti annoiata, soprattutto in quel punto sui grandi spazi scozzesi che poi è il momento preferito dalla Chiara.
Poi, inspiegabilmente, si finisce, in due, la Chiara e te, a fumare una sigaretta giù in garage, accanto all'Ibiza bianca e vecchia, con le gomme infangate ed il parabrezza crepato lateralmente, un occhiolino di ammiccante dolore. Si sentono le risate attutite degli amici, il rumore dei bambini per strada, qualcuno che si esercita al pianoforte, ma la situazione non è romantica, non vuole affatto essere una situazione romantica. Ed è per questo che, alla fine ci si rende conto che questo pomeriggio suburbano potrà essere migliore solo spogliandosi e lo fate con l'impaccio di chi solitamente si denuda in solitudine, nella propria stanza adolescente tappezzata di fumetti e foto ricordo; anche l'impaccio non è romantico, non vuole esserlo, è una promessa di miglioramento. Niente è romantico, prendi, per esempio, la ruggine dell'auto sulla pelle nuda, le unghie che si conficcano nella pelle, l'anno che sta iniziando ed è già cambiamento, processo, tesi antitesi e sintesi; prendi, infine, i sorrisi complici e isterici, spezzati solo da sensazioni che ancora non conoscete bene.
Niente è romantico, tutto è perfetto.
Alla fine ci si riveste e tu proponi di smezzare una sigaretta prima di risalire, tanto il film ormai sarà alle ultime battute, quelle che sapreste ripetere a memoria. Il bello della Chiara, la cosa che proprio ti piace di più, è che mentre è con te sembra essere anche altrove e sa essere contemporaneamente molto più piccola ed infinitamente più grande di te ed è questo che ti frena dall’abbracciarla; la guardi diventare inconsapevolmente bellissima e poi dopo qualche mese la perdi di vista del tutto e continui a ricordarla con quel suo modo compulsivo e sicuro di mangiucchiarsi le unghie, in attesa della sua parte di sigaretta, quel pomeriggio in cantina.
 

Annunci

3 thoughts on “#3 Capodanno 2003

  1. TheLegs ha detto:

    Oh, leva le tende ché qua Splinder chiude baracca e burattini.

  2. FrancesGlass ha detto:

    Eh, aiutami a migrare tutto su wordpress allora ^_^ pleeeeeaaaasse!

  3. kovalski ha detto:

    Niente è romantico, tutto è perfetto
    tu e le tue schegge di parole, splendenti e taglienti.

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: