Scale

E poi, mentre guardavamo Il Processo di Orson Welles, ho capito che lui era riuscito a rendere in immagini ciò che io non riesco mai a spiegare con le parole*.

Perché ogni volta che vai via e io ti lascio fumare l’ultima sigaretta in solitudine, salgo in macchina e vedo diventare microscopica la tua espressione da partenza, ogni volta che faccio quella rotatoria e prendo la strada di casa mia  forzandomi di non girarmi a guardarti, dentro di me c’è un piccolo minuscolo Anthony Perkins che scende affannosamente le scale infinite del suo tribunale interiore, con quel passo leggero, carezzevole, esternando coi movimenti delle braccia un’angoscia retorica.

Le scale sono il mio dolore stilizzato e sembra quasi che si provi piacere a salirle e scenderle senza fermarsi e senza, soprattutto, capirne la logica della progettazione.

 

* qualcun altro, invece, è abile a rendere le stesse cose col fiato e con le note.

Annunci

8 thoughts on “Scale

  1. rideafa. ha detto:

    angoscia retorica è un’espressione che non mi ci sarebbe mai venuta. forse un giorno te la copierò spudoratamente. scandalosamente.
    ma citerò la fonte.

    le scale sono la mia fatica al rovescio, perchè non salgo, ma scendo, ogni volta in basso – di più- e mi pare di non riuscire mai a risalire.
    hai scritto una cosa atrocemente incantevole, tu.

  2. ipsediggy ha detto:

    i distacchi, soprattutto quelli con l’aggravante dell’accadere la domenica pomeriggio/sera, struggono spesso e a volte devastano.

  3. ninaatestaingiu ha detto:

    due riferimenti di livello superiore.
    welles e baker.

    le tue parole ci stanno. Si aggrovigliano elegantemente ad entrambi.

  4. ninaatestaingiu ha detto:

    due Geni. (bè, ma questo tuo scritto è bellerrimo)

  5. gattaliquirizia ha detto:

    un nodo m’infiocchetta la gola mentre ti leggo

    sì, il titolo del post è in realtà una scritta muraria della nostra ridente (?) cittadina, letta giusto ieri, ma nel minestrone scotto di questi giorni mi son già dimenticata dove l’ho letta.

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: