Brain trust

Un post nel giorno del mio compleanno, l’ho scritto sempre, da quando esiste questo blog, tranne quest’anno.
L’ho sempre fatto con lo stato d’animo con cui si mette un punto e si va capo, anzi, si passa al nuovo quaderno perché si è arrivati all’ultima pagina; comprendendo nel punto non un bilancio, ma una sintesi dell’ultimo anno di vita, per poi passare al nuovo quaderno, pressando ottimisticamente sul bordo interno della copertina per farlo stare bene aperto, scrivendo sulla prima pagina una citazione, solitamente una scelta proprio a caso, riponendo il vecchio quaderno, insieme agli altri ancora più vecchi, là, nel caos della libreria cadente.
Ogni anno tranne quest’anno, dicevo. Sì, perché venerdì ho compiuto venticinque anni e non riuscivo a togliermi dalla testa la teoria secondo la quale i venticinque anni sarebbero uno scivolo ripidissimo per i trenta e i cinque anni che li separano trascorrerebbero molto più velocemente dei cinque intercorsi dai venti sino ad oggi, cioé, sino all’altroieri. Non credo alle favole, ma agli occhi delle persone che dicono cose così angoscianti, sì, un po’ ci credo; il fatto che questi esperti che sostengono la teoria dello scivolo non si conoscano tra loro ha solo contribuito a dare veridicità alle loro parole. Insomma, ero troppo pensierosa per un post positivo e motivante, quindi eccomi direttamente sul “quaderno nuovo”, nessuna sintesi, solo la citazione

– Ambizioni per la vita?
– Uscirne vivo
(detto da un autore che invidio in un libro che amo)

Già, nessuna sintesi, dei miei ventiquattro ricorderò l’indispensabile, tipo che ho imparato a fare la Sacher e che sono riuscita a trasformare un vecchio televisore in uno scaffale per i libri più belli. E comunque non avevo più aneddoti materni con cui condire il post (auto)celebrativo come ho fatto nel passato. Sto diventando grande.

Annunci

9 thoughts on “Brain trust

  1. kovalski ha detto:

    lo scoprirai solo dopo, se lo scivolo diventa più veloce. e se realmente inizierà da qui. o dal prossimo anno, o tra tre. o magari è iniziato un anno fa. per dire.

  2. kovalski ha detto:

    🙂

  3. gattaliquirizia ha detto:

    avendo toccato la boa dei 92 anni, preferisco non pronunciarmi sulla teoria degli scivoli 😛

  4. ilbuendia ha detto:

    Avendo superato io i Venticinque anni posso confermare quella teoria. E te lo dico con un certo dispiacere.
    Dai venticinque è tutto ripido verso i trenta.

    Ora che ho detto sta cosa brutta, che nei dintorni di un compleanno non andrebbe mai detta
    beh se vuoi sii pure Giuditta
    che io faccio Oloferne. (per il quale ho sempre nutrito una strana simpatia)

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: