Un uomo in poltrona

Sua moglie e le sue tre figlie avevano iniziato ad assomigliarsi molto presto.
La cosa non lo sconcertava più di tanto, quando si è abituati ad averne una così in casa, altri tre cloni non fanno tanta differenza. E non fu neanche particolarmente a disagio quando sentì la più piccola delle sue figlie bisbigliare alla sorella maggiore un commento riguardante l’avarizia dei vicini, ben deducibile dai piccoli sacchetti di immondizia che depositavano vicino casa ogni martedì sera, per la raccolta porta a porta del mercoledì.
Lui avrebbe preferito sentirle parlare di letteratura o guardarle dipingere o suonare il pianoforte che, invece, restava muto da anni, a prendere polvere. Ma alzare un po’ il volume del televisore per coprire i loro pigolii lo aiutò, anche quella volta, a scampare a quella domanda accusatoria che senza dubbio gli si sarebbe insinuata in testa entro pochi secondi.

Annunci

2 thoughts on “Un uomo in poltrona

  1. ilbuendia ha detto:

    a me ricorda mio nonno

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: