Puntinismo di Aprile

Non si sa mai esattamente quanto spazio si occupi nella vita della gente.
(Francis Scott Fitzgerald)

• Sei in riva al mare e non pensi a niente, a niente niente. Neanche al fatto di non pensare a niente. Lo realizzi dopo due ore, di non aver pensato niente, in riva al mare, col sole del pomeriggio e le sue prevedibili carezze. E tutto questo lascia in vita la speranza di un Altrove tutto per te.

• Alcune persone ti mancano ancora, quando arriva questo periodo e avresti voglia di averle vicine, di chiamarle per andare insieme a non fare niente . E poi, riascolti questa e capisci che è tutto come previsto e la prevedibilità cura malinconie, tristezze, aritmie e tutti gli altri moti d’animo.

• Capisci che quando si ascrive a certi mali la proprietà di “uccidere progressivamente” non ci si riferisce ad una morte propriamente fisica. Più che altro è come se sulle persone venisse steso un velo che diventa man mano più spesso rendendo invisibile ciò che copre. Il divario tra la persona un tempo sana e la persona attualmente malata è il luogo in cui risiede quella morte progressiva, pensi alla fine, quando non vedi più la persona, ma ne intuisci solo i contorni.

• Gli occhi aperti sott’acqua ne L’Atalante. Surreale, naïf e per nulla patetico. Come dovrebbero essere le relazioni, quelle vere.

• Che dimostri tipo sedici anni, ecco cosa continuano a ripeterti tutti. Cosa che ti tira un po’ su di morale, anche se non lo ammetti, considerando quanto ti sei sentita vecchia, dopo l’ultima corsa: il cuore che cercava di spruzzare via dalle dita e anche il fiato andava e veniva, mentre ridevi per la posizione sciancata nella quale avevi deciso di cercare le energie per rientrare in casa.

Annunci

2 thoughts on “Puntinismo di Aprile

  1. rideafa. ha detto:

    òh che bel post-it, FrancesG.
    l’ho letto e riletto e riletto ancòra.

    ecco a me mi ci dicòno che dimostro tipo ventiquattro, il che in effetti, vuol dire che o ne mostro più di te, o le giènti che lo dicono a me sono meno influenzate da cièrte derive pòst adolescenziali (sorrido), o bèh, in effetti ne ho proprio parecchi. davvèro.
    ché anche a me un pò da sollievo che mi ci dicono che dimostro ventiquattro o giù di lì.

    abbraccio iu.

    • FrancesGlass ha detto:

      eh, i tuoi commenti anche sono così belli. da lettore appassionato.
      ed è bello davvero, dimostrare meno anni, tipo che posso pensare/dire anche le più inenarrabili nefandezze, tanto la gente si è bloccata un attimo prima, davanti al mio viso da ragazzina. forse l’ho scritto altre volte che adoro i contrasti, i contrasti forti.
      un abbraccio atté, afà.

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: