L’arte del sogno

La cosa più pericolosa da fare è rimanere immobili.
(William S. Burroughs)

Sognare di essere a Tangeri, le voci, le strade, la luce, le facce.
Sognare tutto così nitido anche se non ci si è mai stati.
Sognare di accendere il televisore quattordicipollici dell’hotel, e beccare un video dei Tangerine Dream e pensare, nel sogno, che è molto elegante, anche se linguisticamente impreciso, da parte dell’incoscio, dirlo in quel modo, che Tangeri finisce lì, dietro la palpebra socchiusa, nella stanza di sempre.

Annunci

4 thoughts on “L’arte del sogno

  1. kovalski ha detto:

    ma quante ne sa, WSB?
    (e anche la frances, a quanto pare….)

  2. miononnoincarriola ha detto:

    Io a Tangeri ci sono stata e sì, è proprio così.

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: