Dell’umore corrente

suoni di vita e di movimento, gente che si prepara e gente che si arrende, il suono di chi spera e il suono di chi tiene duro, e dietro a tutto questo, il placido mortale ticchettio di migliaia di migliaia di orologi
(Hunter S. Thompson – Cronache del rum)

Devi abbandonare i pesi e buttarti nella corrente, perché non puoi restare sulla sponda del fiume con la mano tesa e la speranza di trarre qualcuno in salvo. Tutt’al più puoi galleggiarci accanto per un po’, a quelle persone che avresti voluto salvare invertendo il corso della natura e cancellando bollettini medici imbarazzantemente complessi.
Senza pesi, infatti, avrai modo di vedere che chi segue volentieri la corrente della propria vita si guarda avanti ed indietro con una disinvoltura sconosciuta ai più. E la tua è una corrente strana, che ti fa incrociare tante persone e non te ne fa mai perdere di vista altre, che ti fa fare giri strani, per tornare sempre davanti ad un foglio bianco. Dov’è più facile ritrovarsi.
Questo è l’umore da partenza, nel duemiladodici. Leggerezza che è ossigeno.

Annunci

16 thoughts on “Dell’umore corrente

  1. kovalski ha detto:

    let it flow, FG, let it flow
    🙂

  2. esercizidipensiero ha detto:

    è che a volte lasciare i pesi è più dura di quanto sembri. e anche rendersi conto che questi pesi sono un po’ noi, che siamo noi questi pesi. basta. grillo parlante dice basta a se stessa, mica a te cara, tu segui la corrente, vai.

    • FrancesGlass ha detto:

      eh, lo so che è dura.
      sono d’accordo sul fatto che i pesi siano una parte di noi, forse quella che a volte si rifiuta di “lasciare andare”. ma io parlo influenzata dalla mia esperienza. è difficile astrarre discorsi del genere. 🙂

  3. conformeachi ha detto:

    Non c’entra nulla col post ma volevo dirti che domenica sera ho visto gli Erode in concerto. Se non avessi tenuto uno sgangheratissimo bloc su splinder, 5 o 6 anni fa tu non me li avresti fatti conoscere 🙂 …ed è quindi merito tuo

    conformeachi

    • FrancesGlass ha detto:

      Dare un consiglio azzeccato è una soddisfazione, se il consiglio sopravvive tempo che passa, bé, allora è il non plus ultra. 🙂
      Hai aperto un altro blog, dopo l’era Splinder?

  4. Topper ha detto:

    Senza pesi si può arrivare ovunque ma troppo leggeri non lo saremo mai, perderemmo il sapore della partenza. Buon viaggio.

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: