Puntinismo di Settembre

Jenny Holzer

– Che tipo di gente è quella che sta seduta al ristorante senza parlare?
– La gente sposata
(Audrey Hepburn e Albert Finney in Due per la strada)
Questo nel 1967. Ora, invece, ci sono gli smartphone e fanno tutti finta di essere impegnati

• Nello zoo al Phoenix Park c’erano tutti: gli orsi, i leoni, le tigri, le giraffe, poi i pinguini e persino i delfini. C’erano tutti ed erano tutti colorati e gommosi, con la scritta Haribo sulle chiappe. Probabilmente erano al gusto fragola, ma questo non lo sai perché ti sei svegliata troppo presto. Intanto, nella vita reale, c’è gente che si ostina a dire che i gusti delle caramelle gommose sono tutti uguali, te ne rallegri: ora sai a chi rifilare quelle gialle.

• Sì, sei di questa provincia cronica tra due mari e no, non ascolti musica reggae, non indossi lunghe gonne colorate e non sei una patita dell’abbronzatura. Fino a che non smetteranno di rivolgerti stupide considerazioni riguardanti questi capisaldi della tua esistenza, tu continuerai ad augurare loro ridicole macchie, rughe precoci ed insostenibili eruzioni cutanee…ed una donna come questa entro dieci anni.

• Il mese della verruca nel naso, del dito bruciato, della caviglia frantumata, dell’alluce sinistro senza unghia e di quello destro con l’unghia fuori strada. Ma l’autostima non vacilla, vai a correre e fingi noncuranza anche quando il dolore raggiunge posti del corpo che avevi persino dimenticato di avere. Ti viene in mente quell’anziano che ti raccontò di avere un dolore persistente agli stinchi dopo aver corso per giorni e giorni nel ’45.

• Inizi a credere che un dio ti tenda strane trappole per indurti a pregare o a bestemmiare; a dire cose, insomma, che ratificherebbero la sua esistenza. Tu, invece, nel dubbio, sbuffi.

• C’è una lunghissima strada con centinaia di agave in fiore. Li guardi dal finestrino, osservi la perfezione accecante di una bellezza che è, in realtà, un annuncio di morte.

• È vero, tutto sommato l’autunno ti ha un po’ inacidita, ma lo sai già che basterà un po’ più di freddo, solo un po’ di più, e tu sarai finalmente di questo splendido umore. Maybe just a cigarette more.

 

Annunci

25 thoughts on “Puntinismo di Settembre

  1. ilbuendia ha detto:

    credo di non aver mai mangiato le caramelle gommose
    a parte quelle con l’incarto giallo e rosso che mi regalava la giornalaia che a me pareva ultracentenaria dell’edicola di piazza stazione.
    E però non si sa mai, non è detto non ne diverrò golosissimo oggi, domani o dopodomani.
    Che ne so, magari quel giorno diventi seguace del culto dell’abbronzatura
    e guidi a finestrini abbassati con i Sud Sound System a volume smodato.

    • FrancesGlass ha detto:

      ma forse tu dici le mou elah…e quelle non sono proprio caramelle gommose. devi assaggiare le altre, tipo gli orsetti, ti devi buttare proprio sul kitsch.
      così come io, oltre ai sud sound system, dovrei recuperare il reggae dialettale più estremo che trovo, oltre che musicalmente, anche linguisticamente oscuro.
      sai che spasso.

  2. kovalski ha detto:

    non colgo le provocazioni, pischella. 😛

    l’incipit è da innamorarsi secchi di te.

  3. dorianriver ha detto:

    ciao frances
    niente, così.

    • FrancesGlass ha detto:

      Qualche giorno fa ti pensavo! Sei continuamente tra le chiavi di ricerca delle statistiche del mio blog!

      • dorianriver ha detto:

        maddài
        vecchi splinderiani nostalgici o feticisti dell’ultima ora?
        ogni tanto affiora un po’ di nostalgia per quando eravamo gggiovani e maledetti con questi pseudonimi altisonanti…
        quando supererai i 18 anni succederà anche a te ^^

    • FrancesGlass ha detto:

      prima facevo finta di arrabbiarmi, quando mi davi dell’adolescente. a 25 anni, ti dirò, inizia quasi a fare piacere 😛
      doriano, fai il bravo altrimenti pubblico un post con delle foto tue (sì, ne ho)…e ti riscateno addosso le fan assatanate che avevi su splinder.

  4. Topper ha detto:

    Le gommose gialle rifilale a me. Passo a prenderle a casa tua appena finisco di parlare con dio.

    • FrancesGlass ha detto:

      Ormai c’è la coda, per le gommose gialle, ma se dici a dio di smettere di tendermi tranelli, qualcuna la tengo da parte per te

      • Topper ha detto:

        Gli ho mandato un messaggio al cellulare. Mi ha detto che ti lascerà in pace. Ha letto il mio sms mentre guidava, ha preso un marciapiede e stava rischiando di investire un pedone. Poi si è ricordato di essere dio e ha buttato via il telefono. Non vuole essere reperibile.

      • FrancesGlass ha detto:

        Hal in Infinite Jest si lamentava del fatto che dio avesse un modo troppo disinvolto di gestire le cose. Come dargli torto.

      • Topper ha detto:

        Hai letto Infinite Jest. Hai tutta la mia ammirazione, io non ho ancora avuto il coraggio di comprarlo, pur essendo un ammiratore di Wallace.

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: