Puntinismo di Aprile

• Hai una riunione di lavoro al -1, chiedi in portineria come raggiungerlo e ti senti rispondere “Signorina, deve prendere lo scivolo. Non si lasci ingannare dalle apparenze: è molto comodo”. E allora prendi lo scivolo ed arrivi non in una sala riunioni, ma in una sala cinema fumosa e sullo schermo ci sono foto bellissime e di sottofondo senti La foule. E questo è un altro di quei sogni che finisce prima del ritornello.

• Addormentarsi ad Aprile. Addormentarsi con i caldi abbracci del sole allo Zenith, addormentarsi con le carezze di un vento ancora fresco, ancora primaverile, addormentarsi con la nenia cantata dal mare agitato. Addormentarsi ad Aprile può rivelarsi un’azione definitiva, assoluta, almeno per il primo paio d’ore.

• Una sera hai paura, guidi con le gambe di gelatina, l’asfalto sembra muoversi come le lenzuola stese ad asciugare e tu credi che inghiottirà te e la tua auto, da un momento all’altro. Ma premi un pulsante e qualcuno canta di un cuore di vetro e tu ti squarci la gola per stare dietro ad ogni verso che ricordi stupefacentemente bene.

• Sonno, sempre sonno, troppo sonno. Così tanto che tutti gli altri punti si perdono in quelle parentesi tra un risveglio ed un addormentamento.

Annunci

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: