Puntinismo di Novembre

michaelscott2

World’s Best Boss


• Novembre ha il sapore ferroso dell’ansia prima di una prova importante. Non hai fatto neanche un dolce, a novembre, neanche uno. Ma poi hai sognato le kannelbullar pronte per colazione, come quand’eri bambina, e sono bastati quei pochi minuti a riempire di zucchero un intero mese.

• Vai a fare quell’esame di consulenza peritale che hai tanto rimandato, una volta finito, esci e ritrovi la tua città trasformata in New Orleans post-Katrina e la tua auto è là, in quello che era un parcheggio e ora è un lago di fango. E poi sali in macchina e la batteria è a terra e chiami un po’ tutti, ma nessuno può venire a prenderti prima di un’ora e quindi sei lì, chiusa in auto, coi piedi completamente bagnati, senza un libro da leggere e col cellulare già in procinto di scaricarsi. Hai cantato per mezzo minuto, dietro quei vetri appannati, ma nessuno lo sa.

• Le rotelle di liquirizia mangiate senza soluzione di continuità sono l’altro sapore imperante, a novembre. Le mangi sfogliando la guida di Bruxelles e tra qualche giorno sarai lì, a goderti la microvacanza post-traumatica che tu e tuo fratelli vi eravate promessi mesi fa. Farà freddo, ma ci sarà molto calore.

• Sogni di andare sulla luna con Michael Scott, ci andate con una navicella spaziale molto simile alla Delorean, con splendidi interni in pelle e, quando arrivate, scopri che la luna non è quel posto isolato che si vede nel video della Nasa. No. Ci sono villette a schiera, totalmente disabitate, ma con abbaglianti facciate colorate. E per strada ci sono malviventi che girano coi mitra e voi siete lì per incontrare un cliente. Una volta sveglia, oltre ad avere la febbre, realizzi di vivere più nelle storie che guardi che nella tua stessa vita, a novembre, scopri il vero significato del binge watching e, tutto sommato, va bene, visto che, nel reale, soffri troppo il freddo, hai troppi impegni e la cioccolata inizia ad avere effetti deleteri sulla pelle del tuo viso. Non è così male, novembre.

• Ti abitui all’idea che arriveranno le festività, le luci fastidiose per gli occhi miopi ai lati delle strade del centro e i Babbo Natale finti, è vero le feste in famiglia sono sempre meno affollate, ma arriveranno anche tutti i tuoi amici lontani e vi incontrerete dopo cena a bere e raccontarvi il ridicolame degli ultimi mesi e tutto ti sembrerà meno spietato. Qualcuno ti ha detto di mettere a fuoco solo ciò che ti fa stare bene e tu stai facendo i compiti a casa.

17 thoughts on “Puntinismo di Novembre

  1. Topper scrive:

    Io però non so cosa siano le kannelbullar…

  2. Paolo F scrive:

    FRISCIEU DOCI 308

    FRITTELLE DOLCI

    Classificazione: dolci

    Commento: siamo sempre nell’ambito dei tipici “frisciéu” genovesi. Con i componenti necessari, che è facile trovare in casa, è possibile improvvisare estemporaneamente questo dolce.

    Dosi e ingredienti:
    4 uova,
    2 cucchiai di farina bianca,
    mollica di 2 panini bagnata nel latte,
    scorza di 1 limone grattugiata,
    2 cucchiai di zucchero,
    1 cucchiaio di cedro candito,
    1 cucchiaio di pinoli,
    1 cucchiaio di uvetta,
    olio extra vergine d’oliva.

    Realizzazione: fare una pastella con tutti gli ingredienti, aggiungervi la frutta secca, il cedro candito e i pinoli, far riposare un paio d’ore, friggere a cucchiate in olio bollente, servire cospargendo di zucchero. E solo x la dolce zia Betty cannella a piacere !!

    A proposito di momenti onirici,se proprio devo ricordare quello che sogno.prego Morfeo (embè…) che siano incubi : al risveglio fanno meno male ! Che pena, che nostalgia…..
    Un abbraccio

    • FrancesGlass scrive:

      Le faremo e le mangeremo insieme, Pà, che ne pensi? (Che poi, a propò, c’ho un’ideuzza…)
      E ci saresti dovuto essere anche tu, nel sogno sulla luna, si parlava persino di speculazione edilizia…

      Grosses bises, mon cheri

      • Paolo F scrive:

        La prossima volta che “vai” sul pallido satellite faresti gentilmente un salto nella dark side ? Una volta la’ giunta dovresti dare un’occhiata fra i crateri e controllare se ci sono sempre 2 ampolle etichettate rispettivamente Fred e Barney, te ne sarei “furiosamente” grato…..
        Ti saluta tuo nipote, l’Anarchico !
        Abbraccioti

  3. flampur scrive:

    Mamma che malinconia i babbinatalefinti… sia quelli a spasso davanti ai supermercati che quelli appesi alle ringhiere… però domani vado da Ikea e di kannel bullar ne trovo a pacchi (forse smontate però… )

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: