Ctrl+c ctrl+v

Ti dico che è tutta colpa di hollywood, che a furia di vedere quelle commedie romantiche, anche se ti fanno schifo e le critichi, alla fine diventi la spugna di un determinato ideale di relazione, inizi a desiderare baci sotto la pioggia, ritorni di fiamma a distanza di mesi, risate isteriche per l’amore che rimonta nel momento più inaspettato, o anche se non digerisci quell’ideale, anche se ne prendi le distanze, a furia di venire a contatto con quella robaccia cinematografica, finirai per restarne immune, sì, ma per trovare qualcuno che, invece non lo è. Ti dico che è tutta colpa degli sceneggiatori che usano quelle frasi che immagino tengano salvate in un documento word e, al momento giusto, ctrl+c-ctrl+v, abbiamo bisogno dei nostri spazi – non sei tu, è colpa mia – mi hai conosciuto in un periodo strano.

Mi dici di non colpevolizzarmi: non dipende da me, è solo colpa tua, sei tutto strano e non meriti l’amore che ti do.

Sì, maledetti sceneggiatori, lo vedi? Da quando ho iniziato a desiderare una love story hollywoodiana? Da quando ho iniziato a desiderare una persona che desidera una love story hollywoodiana? Da quando facciamo finta di essere in una love story hollywoodiana?

Mi dici che abbiamo avuto momenti bellissimi e che è un peccato rovinare quel ricordo con gli attuali litigi.

Ti guardo alle spalle, avrai di sicuro un cavo usb che ti collega il cervello a qualche database cinematografico, o magari sei un ripetitore wireless. Poi, però, ti dico che è colpa del tempo, che aveva iniziato a fare freddo ed era bello starsene a casa e ora invece fa più caldo e questi sbalzi di temperatura fanno prendere decisioni strane. Ti dico che è colpa dell’ultimo panino che abbiamo mangiato che era troppo pesante, che è colpa delle Feste e di Babbo Natale che da me non ci è mai venuto perché a casa mia siamo tipi da riscaldamento centralizzato ed il camino sporca e basta.

Sbuffi e dici di essere stanco.

E io penso che sarebbe stato meglio avere una relazione con Carver che avrebbe trovato quelle poche parole sintetiche e sincere e totalmente senza trucchi per dire ciò che c’era da dire. Perché noi non sappiamo, non abbiamo assolutamente idea, di cosa parliamo quando parliamo di.

8 thoughts on “Ctrl+c ctrl+v

  1. rideafa. scrive:

    Di còsa, infatti.

    di quanto è brutale il non avere parole da dire, ma inventare dei modi per riempire gli spazi bianchi.
    lo dico a me, intanto.

    chissà nella vita vera cosa avrebbe detto carver. Forse niente.
    solo silenzio.

  2. flampur scrive:

    Mi hai fatto venire in mente una grande battuta legata ad una vecchia pubblicità: Oggi ho fatto l’amore con Control. Domani provo con Alt Canc. 😉

  3. Topper scrive:

    Oggi c’è Bollywood per queste love story!

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: