L’inizio di un Amore

header19-1200x675

Era pomeriggio e la luce dello stretto illuminava di traverso la tua stanza, il parquet lucido, la libreria e tutti gli oggetti che avevi disposto con una maniacalità così sincera che sembravano finiti lì dentro per caso.
Ogni volta in cui mi aggiravo tra le tue cose, lo facevo con lo spirito di un bambino che rovista tra gli effetti personali dei fratelli più grandi: sorpresa, curiosità, fame, non saprei bene quale parola usare per descrivere quella spinta che sentivo dentro*.
Guardavo i tuoi libri: io avevo letto millemila classici, ma i tuoi libri! Dio, avevano sempre titoli così interessanti e dorsi così vissuti e consumati.
– Diario di un’idiota emotiva…com’è?
– Non male. Abbastanza divertente
– Uhm, te lo riporto tra un mese. E Brevi interviste con uomini schifosi?
– Beh, quello sì!
Ricordo bene quel pomeriggio, come si ricorda la prima volta in cui incroci lo sguardo di una persona che sai già di non poter fare a meno di amare per lungo tempo. Portai con me anche quel secondo libro, lo portai con me in vacanza a Palma e mi sembrava bellissimo che uno scrittore così bravo fosse ancora vivo. Ancora vivo! Te lo ripetevo di continuo, in quelle chiamate in roaming troppo costose. Poi, insomma, tutti sanno che è rimasto vivo ancora per pochi mesi e che, per le pieghe tristi che la vita inizia a prendere, anche la tua stanza diventò una frequentazione sempre più rara. Ma oggi, guardo The end of the tour, mi emoziono per tutte le belle idee che possano esser passate per la testa di uno scrittore che amo e, quando arrivano i titoli di coda, io penso a te. Alla tua casa al quinto piano. A tutti i luoghi che ormai non ci sono più. E penso che solo un certo tipo di bellezza possa sopravvivere alle distruzioni della vita quotidiana.

*So bene, però, quanto quella stanza abbia contribuito a costruire i miei gusti attuali, so bene tutte le cose che ho iniziato ad amare, proprio mentre camminavo avanti e indietro a piedi nudi tra quelle mura. Potrei ringraziarti per Wim Wenders, per un certo tipo di fotografia, per avermi insegnato a fare le liste, per la Liguria, per i silenzi e le amache, per i profumi e per i formaggi; potrei attribuire a te i brividi che ancora mi vengono quando metto su White Light/White Heat o il piacere che provo…insomma, so che sai tutto.

One thought on “L’inizio di un Amore

  1. uffi uffi sento odor di mille sbuffi….:)

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: