Don’t fear the break up!

Qualcuno mi regalò un libro riguardante gli oggetti rimasti dopo una storia d’amore finita: un finto catalogo d’asta con le didascalie, sotto la foto di ogni oggetto, che ti accompagnavano lungo le soprese dell’innamoramento e della rottura.
I nostri oggetti, invece, ce li siamo scambiati in delle buste sgualcite: hai ammucchiato i miei con rancore, ho stirato i tuoi con malinconia e senso di colpa. Ce li siamo scambiati in un parcheggio sotterraneo, nel quale poi ho pianto senza essere sentita da nessuno, parcheggio dal quale sei andato via senza neanche salutarmi.Poi, terminate le lacrime e stanca dei singhiozzi, ho pensato che non si può mettere la poesia dove non vi è mai stata perché quello che abbiamo scambiato, mai contemporaneamente, per Amore era solo un fraintendimento, una svista. Ma alla fine, stanca anche del senno di poi, ho individuato due momenti molto poetici: quello in cui eravamo stesi sulla sabbia e io provavo a mandare tutto a rotoli, cercando di baciarti, e tu cercavi di preservare tutto, allontanandomi; ed il momento prima di scendere in quel parcheggio sotterraneo, nella sala centrale della biblioteca, quando potevo vedere il mio vestito bordeaux muoversi per via del batticuore.
Ciao.

3 thoughts on “Don’t fear the break up!

  1. kovalski scrive:

    …dev’essere un gran bel libro😮

    (quanta grazia, qui)

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: