Dappertutto

All’improvvio sei dappertutto.
Non saprei neanche dire come sia avvenuto questo enorme cambiamento, so che fino ad un giorno sei un ricordo vago dietro ad un nickname, sei una notifica su un social, sei l’amico di amici al quale so di piacere, un giorno sei un invito lanciato quasi con nonchalance e poi, all’improvviso, sei dappertutto.
È stato per il tuo modo di scherzare, è stato per i tuoi gusti musicali, è stato per il tuo profumo. No, sto mentendo. Non può essere stato per tutte queste cose da comuni mortali, è stato qualcos’altro, qualcosa che non colgo, ciò che, inaspettatamente, ti ha reso così vivido. Io, da parte mia, so solo che ti ricordavo coi contorni sfumati e poi, appena ti ho messo a fuoco, ho scoperto che i tuoi contorni erano proprio quelli del pezzo di puzzle perfetto e mancante da anni.
T’avesse conosciuto mia madre, avrebbe continuato a ripetere che hai gli occhi che sorridono e che le persone che hanno occhi che sorridono sono, di base, persone buone. T’avesse ascoltato parlare, avrebbe decretato che sei una delle poche persone che sappia tenermi testa sul campo dell’ironia spietata. T’avesse avuto vicino, ti avrebbe elogiato, una volta rimasta da sola con me, per il tuo profumo, per il tuo bel portamento, per il modo in cui mi tocchi il culo quando tutti gli altri sembrano guardare altrove.
Apri un ombrello per baciarci sotto la pioggia anche se non piove, poi passiamo otto ore in macchina e mi tieni per mano passeggiando per Firenze, quando rientriamo in casa metti Ben Harper e il tempo si dilata, vuoi conoscere tutti, voglio farti conoscere tutti, scherzi, sorridi, mi stai sempre attaccato, ti sto sempre attaccata, mi baci mentre ballo ad un concerto, mi baci in una cella della scuola coranica, mi baci mentre sto ancora dormendo. Sei con me quando lavoro, quando dormo, quando mangio, sei con me e sei a 861 km da me e poi sei a 10745 km da me, vedi posti interessanti, hai tante cose da raccontarmi, foto da mostrarmi, desideri da riferirmi.
All’improvviso, sei dappertutto. Con me, anche quando sei lontanto da me.
All’improvviso, voglio che tu sia dappertutto, piccole briciole di te in ogni singolo minuto della mia vita, laddove avrei trovato invasiva la presenza di chiunque altro.

Annunci

2 thoughts on “Dappertutto

  1. kovalski ha detto:

    Splendore assoluto.
    E che bella che sa essere,la vita.
    🙂

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: