Grandi distruzioni

Stanotte ti ho sognata, stanotte ho sognato la mia vita.

Sul vecchio Scarabeo sbiadito, attraversavamo l’aria densa del tramonto e io sbagliavo strada: ci ritrovavamo su un sentiero che esiste solo nei miei sogni, in cui c’è una casa, grande, una casa di campagna, di quelle che si vedrebbero nei film horror, di cui sono convinta di conoscere gli anziani proprietari. Mi veniva in mente di farti vedere quella casa, quella casa dove di notte è bello, sempre nei miei sogni, guardare la luna piena da una panchina nell’agrumeto. Ma sbagliavo nuovamente strada. Perché non c’è Maps nei sogni?
Sbagliavo strada e ci infilavamo in una villa con un giardino dedicato a San Luigi, con la statua del santo protetta da un gazebo di legno ed una fontana in cui scorrevano ciottoli e non acqua. Ridevamo tantissimo, ma in silenzio, come rideremo quando andremo a fare il bagno di nascosto, di notte, nella piscina di tua sorella.
Poi attraversavamo la casa, una casa piena di altari, una casa sacra, una casa oscura, una casa così cupa che ci faceva tanto ridere. Ridevamo ancora e ancora e ancora. Arrivate davanti alla porta d’uscita, c’era un cane, forse un Rottweiler, un cane dal manto di velluto grigio, un cane che voleva attaccare me che ne ho paura, un cane che, invece, appena ti sentiva ridere, ti saltava addosso e ti azzannava la pelle del collo e ti graffiava il viso e ti staccava un braccio. Io me ne stavo impotente, suonavo il campanello cercando di attirare l’attenzione dei padroni di casa, ti guardavo distruggerti pian piano e non vedevo più te, in quella pozza di sangue, con le tue risate e i tuoi ritornelli intonati, vedevo solo una cosa bellissima e perfetta, deturpata dagli errori e dai casi della vita. Me ne facevo una colpa, ma non facevo nulla di eclatante per cambiare il corso degli eventi.

E questa è la mia vita: mi esalto per gli errori di dettaglio, ma davanti alle grandi distruzioni, resto immobile, basita, come se non riuscissi a capacitarmi che, in questo mondo, c’è tanto male che siamo capaci di attirarci addosso senza neanche rendercene conto.

Annunci

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: