Microspasmi

Ti voglio bene. Nel buio, un microspasmo muscolare suggerisce un ripensamento, una presa di coraggio, l’arrivo di una cosa che si può dire solo a luci spente, sul limite tra il sonno e la veglia. Anzi no, ti amo.

No, tu non mi ami. Poi però si accorge che è crudele negare un sentimento dell’altro senza specifiche e, quindi, aggiunge Tu non credi all’amore, lo dici sempre!

Al nostro sì!

Solo perché è irrealizzabile

Finché lo sento non è irrealizzabile, è semplicemente platonico

Avresti potuto dirlo prima, hai aspettato che ci fossero tutte le condizioni perché fosse irrealizzabile. Non che sarebbe cambiato alcunché, ma comunque non l’hai detto quando avrebbe avuto più senso

Ad ogni modo, ti amo Nel tentativo di dare alla frase il peso che gli è stato negato la prima volta.

E io invece ho sonno e dolori vari. Dormiamo? E non è un modo per troncare il discorso. Ha davvero sonno, sente davvero dolore su tutto il corpo.

Sì, dormiamo. Metto una sveglia, ma tanto non la sentiremo, non le sentiamo mai quelle dannate sveglie.  Il buio si fa ancora più pesto, dormono, non sentono la sveglia e quando si svegliano non sono certi di aver avuto davvero quel dialogo.

Annunci

2 thoughts on “Microspasmi

  1. kovalski ha detto:

    l’incanto e lo splendore della vita….

Dì qualcosa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: